Cerca

#PANDEMIA CORONAVIRUS: giorno 7

Il numero delle persone, complessivamente contagiate nel Paese, si aggira intorno ai 28.000. A breve si attende il picco e ci si aspetta che il numero degli ammalati diminuisca a seguito delle manovre di contenimento attuate a partire dall'11 marzo. Si attende un vaccino e, da qui ad allora, saremo costretti a cambiare stile di vita. Dobbiamo prendere coscienza del fatto che la vita, col Coronavirus, sarà diversa, anche dopo. "Nessun assembramento", diventerà la regola.

Firmato, nella giornata di ieri, il decreto "Cura Italia", che prevede lo stanziamento di fondi destinati alla sanità, alle imprese e ai lavoratori, nonché diverse agevolazioni fiscali a favore degli italiani. Il Ministro della Pubblica Istruzione, Lucia Azzolina, ha diffuso un video in cui spiega, a cuore aperto, le nuove misure adottate per scuole e università. Le sue parole mi hanno commossa, le istituzioni s'impegnano per andare avanti, e dobbiamo collaborare. La scuola digitale non sarà mai equiparabile a quella tradizionale, ma ci sono modi possibili per garantire una qualche continuità nell'istruzione dei nostri figli. Indirizziamoli a segnare i compiti e le scadenze sui diari, facciamoli collegare ogni mattina... dipende da noi, adesso.

In famiglia, si comincia a accusare il peso del cambiamento, a pregustare quello che sarà. Niente battute divertenti, oggi.

Onore ai medici e alle istituzioni che si prodigano, giorno per giorno, perché i nostri sacrifici non siano vani. Onore ai defunti. Onore a tutte le famiglie che gestiscono situazioni di disagio. Onore all'Italia che tira fuori il meglio di fronte alla crisi. Tendiamoci la mano... virtualmente!


26 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale