Cerca

#Pandemia Coronavirus: giorno 30

Buongiorno, mondo.

Oggi siamo al trentesimo giorno di "prigionia". Un mese di sacrifici per il popolo italiano, il primo dopo la Cina a essere investito da questa tragedia. In previsione dei giorni di Pasqua e Pasquetta, complice il bel tempo che sta spadroneggiando sul nostro territorio, quasi a prendersi gioco di noi, si teme una nuova impennata della curva dei contagi. Ovunque ci dicono e ripetono che, se non staremo attenti, i buoni risultati ottenuti in questi giorni andranno in fumo... speriamo che tutti abbiano compreso e riescano a tenerlo bene in mente.

Ieri sono uscita per la prima volta dopo quasi un mese. Ovviamente il motivo dell'uscita era di necessità non prorogabile e l'ho fatto con le dovute precauzioni, ma ho vissuto ugualmente il momento come fosse una festa. La sensazione piacevole di calore del sole sulla pelle, lo sguardo che finalmente va oltre la fine della strada e si poggia su orizzonti conosciuti come se fosse la prima volta... tutto questo non potrà essere dimenticato. Almeno non da me.

Per il resto, rimane grande l'amarezza per l'Europa che, in questo momento di difficoltà, si sta mostrando lontana dalle aspettative della gente. Oggi, su molte testate italiane on line, spadroneggia il titolo di un giornale tedesco che avverte il Governo Merkel sul fatto che la mafia italiana stia aspettando i fondi dell'Unione Europea che verranno stanziati a causa del Coronavirus. Si tratta di un giornale di orientamento conservatore, al quale si contrappongono altre testate che, invece, spingono il loro Governo in favore della solidarietà. Ma io mi domando come, a certi livelli, non si comprenda come certe frasi/insinuazioni, in questo particolare momento storico, facciano male a tutti (non solo agli Italiani) e che le resistenze da parte di alcuni Governi Europei alle richieste degli Stati più colpiti stanno picconando un'unione fin troppo fragile. Quando tutto ciò sarà finito, altro che Brexit! I partiti populisti andranno a nozze con i contrasti di questi giorni e di quello che era stato il sogno dei nostri padri e dei nostri nonni (e anche il nostro), probabilmente, non resteranno neanche le briciole. Sarà un addio all'Europa Unita? Ma, forse, la domanda che molti Italiani si stanno facendo è un'altra: è mai esistita un'Europa Unita?

18 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale