Cerca

#Pandemia Coronavirus: giorno 24

Buongiorno, mondo!

Oggi non me la sento di parlare di virus, contagi, morti, ospedali... Ho bisogno di altro, di pensare a qualcosa di positivo. In questo periodo è incredibilmente difficile, ma è l'unica cosa che ci può tenere a galla e dare la forza di resistere e di guardare avanti.

L'idea me l'ha data mia figlia. Stamattina si è alzata con il pensiero fisso di Disneyland. Si è ricordata di quella volta che è andata in quel parco fantastico, dove ha incontrato Cenerentola ed è scesa nella grotta dei pirati... "Mamma, è stato bellissimo! Ci andiamo di nuovo?"

Mi ha resa felice, riportandomi alla mente un giorno felice. E, allora, sono corsa a guardarmi le foto, non soltanto quelle di quel viaggio. Ho trovato nella memoria del mio computer, ma soprattutto nei cassetti dei miei ricordi tante istantanee di vita vissuta... Natali, Pasquette, feste di compleanno, gite fuori porta. Momenti vissuti con i familiari, gli amici, con le persone che amo e che hanno dato significato al mio mondo.

La memoria delle nostre vite e della nostra storia non serve soltanto a non farci ripetere gli stessi errori. Può diventare la nostra forza, il motore che ci spinge nei periodi di difficoltà. Ricordare i bei momenti trascorsi in questi giorni in cui tutto sembra essersi fermato, come se qualcuno avesse schiacciato il pulsante "pausa" al film della nostra esistenza, può e deve farci pensare che torneremo a vivere quei momenti e che, forse, li apprezzeremo di più. Magari questa grande sofferenza ci aiuterà ad attribuire il giusto valore al nostro vivere... e forse staremo più attenti a dare significato a ogni singolo istante.

0 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale