Cerca

#Pandemia Coronavirus: giorno 22

Buongiorno, mondo!

Oggi, in Italia, sembra sia stato raggiunto il picco e che debba finalmente iniziare questa benedetta discesa dei contagi e dei morti. Ovviamente non fanno che ripeterci che non dobbiamo abbassare la guardia, che dobbiamo continuare con le restrizioni alle nostre libertà se vogliamo evitare di ricadere nel baratro.

Ma, a chi di noi possieda un minimo di cervello, non è necessario che ciò venga detto... Tutto sommato, nonostante le innumerevoli violazioni che pure ci sono state, la grande maggioranza degli Italiani si è mostrata ragionevole e ha adottato di buon grado le misure prese dal governo per contrastare l'epidemia.

Ora il peggio sta accadendo nel resto del mondo. Migliaia di contagiati e di morti ovunque. Negli altri Paesi, nonostante quanto stava accadendo in Italia, non sono stati subito adottati severi provvedimenti. Non è compito mio dare giudizi sull'operato dei governi ma, in questo momento, molti qui in Italia si stanno chiedendo se altrove tanti contagi potessero essere in qualche modo evitati.

Oggi ho ascoltato la canzone che Sting ha dedicato agli Italiani... parla di una sedia vuota, una sedia priva di quegli affetti che in questo momento, per necessità, devono essere tenuti lontani. E penso a mia madre. Ha ottantadue anni e non la vedo esattamente da ventitré giorni. Per la sua sicurezza è nella sua casa, da sola, in compagnia della TV e delle nostre frequenti telefonate. La spesa lasciata da qualcuno di noi fuori dalla sua porta, in modo che lei possa ritirarla senza correre rischi. I nostri contatti ridotti al minimo. Mi manca mia madre e noi le manchiamo. Manca anche a mia figlia, che mi chiede perché da tanto tempo non veda le nonne. Tutto questo non può, non deve essere dimenticato. Dobbiamo costruire un mondo che sia più attento alle persone, più a misura d'uomo. Oggi lo si sente ripetere da più parti. Ma la mia domanda è se, finita l'emergenza, ce lo ricorderemo o ricominceremo tutto come e peggio di prima.

Ai posteri l'ardua sentenza.

18 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale