Cerca

#Pandemia Coronavirus: giorno 12

Buongiorno.

Oggi ho voluto caricare l'immagine del nostro attuale premier, Giuseppe Conte, perché ritengo che, nel bene e nel male, ce la ricorderemo tutti per i decenni a venire. Anche ieri sera, con l'ennesimo messaggio al popolo italiano, ha comunicato un'ulteriore stretta alle attività produttive. L'Italia si ferma del tutto, rimangono attive solo le aziende strategiche (filiera agroalimentare, produzione energetica, etc.).

Il bollettino dei contagiati e dei morti rilascia cifre da peste manzoniana. In parte è anche colpa nostra, perché, nonostante le misure restrittive alla vita sociale emanate per legge, ancora troppa gente negli ultimi giorni ha ritenuto di uscire per i motivi più svariati e, a dir poco, fantasiosi.

Sembra che alcuni siano stati beccati a passeggio con il cane dall'altra parte della città, qualcuno era alla ricerca disperata di una batteria per ricaricare l'auto su cui era regolarmente a bordo e in marcia, qualcun altro doveva impellentemente raggiungere la propria compagna per esigenze "fisiologiche"...

Nel frattempo quelli che obbediscono e che resistono, chiusi in casa, cercano di trovare modi sempre più originali di passare il tempo. Dopo aver ripulito e disinfettato casa anche negli angoli più remoti, si è passati alla buona cucina. Nei supermercati sono andati esauriti uova e lievito. Tutti a fare pane, pasta, pizza e torte in casa. Anche in questo siamo Italiani...

La buona tavola allontana i cattivi pensieri. E, con palestre chiuse e corsette al parco vietate, i risultati si vedranno in estate, di fronte alla prima prova costume. Eppure, quanto sembra lontana oggi quella vita... quella in cui ti preoccupavi di smaltire la ciccia per non sfigurare al mare. All'improvviso tutto ciò che per noi era importante sembra così banale e irrilevante.

Il virus passerà, ma niente sarà più come prima, niente avrà più lo stesso sapore. Forse, quando abbracceremo qualcuno che ci è caro, non sarà più per noi un gesto scontato e apprezzeremo il significato di ciò che è veramente prezioso.

Ne usciremo senza dubbio cambiati. Uscirne cambiati in meglio sarà la nostra vera grande scommessa.

0 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale